Comune di Carnago - Provincia di Varese - Lombardia

Percorso di navigazione

Ti Trovi in:   Home » Guida turistica » Cenni storici

Stampa Stampa

GUIDA TURISTICA

Cenni storici

L'ETIMOLOGIA del nome CARNAGO sembra derivare da CARNUTO, in ricordo di una tribù celtica, i CARNUTI, che si insediarono in questa zona. Le modifiche storico-linguistiche apportate nel tempo completano il toponimo fino alla dizione attuale.
Secondo alcune ricerche che sfiorano la leggenda, fu il Re longobardo AUTARI che nel 585 affidò il governo del SEPRIO ad alcuni suoi parenti, i fratelli MARTIGNONE, CONTE e ROSSO da cui sono discese le relative famiglie.
Anticamente inseriti nel CONTADO DEL SEPRIO, che si estendeva a tutte le zone dell'alto e medio varesotto, i villaggi di CARNAGO e ROVATE subirono il dominio dei nobili che vi susseguirono.
Nel 1650, la comunità di Carnago, per non essere più infeudata, riscattò le terre acquistando le cedole che la Regia Camera mise in vendita dopo la morte del nobile FRANCESCO MARIA CARNAGO avvenuta senza eredi.
Dopo la distruzione del CASTRUM di Castelseprio avvenuta nel 1287, il clero che risiedeva nel fortilizio, si spostò nei paesi vicini, ma continuò a celebrare i riti religiosi nella chiesa plebana di S.Giovanni Evangelista rimasta integra.
A seguito di episodi di banditismo e di frequenti tracimazioni del torrente Tenore i canonici non vollero più recarsi presso l'edificio sempre più decadente per la scarsa manutenzione. Nel 1582 CARLO BORROMEO trasferì la prepositura da Castelseprio alla parrocchia di S. Martino in Carnago, Prepositura molto ambita anche dalla comunità di TRADATE.
Nello stesso anno, la cappella di S. Bartolomeo Apostolo in Rovate, che si presume sia stata edificata come chiesa privata della famiglia Martignoni e solo in seguito divenuta cappella plebana, venne elevata a parrocchia.
Le notizie sulla vita civica della comunità, si riscontrano a partire dal 1866 quando nel territorio esistevano i comuni autonomi di Carnago, Rovate e Castelseprio, descritti dal medico e fisico Paolo Minonzio in un resoconto medico-scientifico del 1870.
Nel 1928 Castelseprio e Rovate, diventano frazioni di Carnago, ma solo Castelseprio nel 1947 ottiene la ricostituzione a comune.

Pubblicazioni su Carnago
- "CARNAGO ORIGINI E STORIA"
di Maria Vittoria Antico Gallina, Pietro Alemani e Alessandro Deiana, 1989.
Pubblicazione promossa dall'Amministrazione Comunale.
- "1619 - UNA COMUNITA' INCONTRA IL MIRACOLO"
di Diego Dalla Gasperina e Carlo Mastorgio, 1994. Edizioni Nicolini.Pubblicazione promossa da Mons. Mario Vallini.
I volumi sono consultabili presso la Biblioteca Comunale.
- "Rovate nel passato: i fatti, il territorio e le famiglie, dal Cinquecento alla fine dell'autonomia comunale"
di Giuseppe Fimmanò e Alberto P.Guenzani, 2003. Edizioni Colarco.
Pubblicazione promossa dall'Associazione Culturale Arcobaleno.
- "Carnago, Frammenti di storia dal Cinquecento al Dopoguerra"
di Giuseppe Fimmanò e Alberto P.Guenzani, 2005.
Pubblicazione promossa dall'Associazione Culturale Arcobaleno.





 

Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Carnago, Piazza Gramsci, 3
21040 Carnago (VA) - Telefono: 0331-993593 Fax: 0331-985037
C.F. 00308180124 - P.Iva: 00308180124
E-mail: urp@comune.carnago.va.it   E-mail certificata: comune.carnago@pec.it